Casa Serena Sassari
Foto: Casa Serena Sassari / Google Immagini

“Sono giovani, fortemente motivati e si stanno dedicando agli anziani e alle anziane con grande impegno e professionalità”, fanno sapere dall’Amministrazione comunale di Sassari. Sono i nuovi Oss entrati in servizio da qualche giorno nella residenza per anziani Casa Serena e assunti dalla Coopas, la cooperativa che gestisce la struttura. Gli operatori e operatrici già presenti “si stanno impegnando senza sosta”, prosegue la nota del Comune, per affiancare i nuovi e allo stesso tempo svolgere la loro attività quotidiana. A questi si aggiunge anche una Oss della Ats.

Nella Casa di riposo si può contare anche su otto infermieri dell’Ats, che affiancano i due già presenti, uno dei quali “rientrato dalla malattia a seguito di un intervento per offrire subito la sua esperienza” già maturata a Casa Serena.

Le operatrici della nuova impresa di pulizie subentrata nei giorni scorsi “si sono da subito messe a completa disposizione, con grande flessibilità”, si legge nel comunicato. Tutti, per le loro competenze, hanno collaborato nel rivoluzionare letteralmente la struttura, per consentire di dividere gli anziani negativi da quelli positivi. Sono tante le persone che si stanno prodigando dentro la residenza, per trovare soluzioni e alleviare i disagi degli ospiti. Tutti e tutte operano nel rispetto della normativa, “con i dpi necessari per ridurre il rischio contagio”, dichiara l’Amministrazione.

Il Comune di Sassari ha intanto sistemato tre anziani negativi al coronavirus e totalmente autosufficienti in un bed and breakfast, mentre due persone, Covid positive, sono state ricoverate tra la scorsa notte e questa mattina. Sono invece nove gli ospiti che sono potuti tornare a casa con i parenti. Purtroppo una anziana signora, negativa, è deceduta nella notte. Era tra le persone che avevano fatto rientro a casa.

Sono diversi gli operatori e operatrici che, risultati positivi a un primo tampone, si sono ora negativizzati. Anche un anziano ospite, tra i primi a essere stato sottoposto all’esame e risultato positivo, oggi è negativo.