Abuso di potere
Foto: Definizione di abuso / Treccani.it

La differenza tra far rispettare le regole e commettere abusi di potere, soprattutto in un periodo di emergenza, diventa molto rapidamente sempre più sottile. Per questo motivo, conoscere i propri diritti è fondamentale, ancor più quando alcuni di questi vengono temporaneamente sospesi.

Non può esistere il concetto di discrezionalità e in alcun modo può essere tollerato e giustificato un eccesso di forza, sia esso fisico o dialettico. Nessuno può chiedere se “è proprio necessario” fare quello che si sta facendo, se ciò che si sta facendo non è espressamente vietato da decreti e ordinanze (sulla cui costituzionalità bisognerebbe aprire un capitolo a parte); nessuno può minacciare sanzioni, se ciò che si sta facendo è del tutto lecito; nessuno può aggredire fisicamente persone disarmate e innocue; ma, soprattutto, nessuno dovrebbe mai giustificare o tollerare alcun tipo di abuso, sia esso espresso tramite battute o sberleffi, controlli che vanno al di là del consentito, minacce più o meno velate e, soprattutto, uso della forza.

Non ci sono antefatti da valutare di fronte ad un eccesso, non ci sono condizioni stressanti da considerare, non ci sono i “ma”, i “se” e i “però”. E non ci può essere alcun ricatto morale nei confronti di chi denuncia questi eccessi.

Per comprendere meglio il contesto, consiglio la visione di questo video.