Porto Torres cocaina arrestato
Foto: GDF Porto Torres / Ufficio Stampa

La squadra Cinofili della Guardia di Finanza della Tenenza di Porto Torres ha arrestato questa mattina un cittadino milanese, trovato in possesso di un ingente quantitativo di cocaina.

Nel corso dei controlli effettuati allo sbarco della motonave proveniente da Genova, tra i numerosi passeggeri in arrivo, i militari hanno fermato un’auto che – grazie al fiuto del cane antidroga Ginko – ha subito un controllo più accurato, che ha permesso così di trovare, abilmente nascoste all’interno delle cavità del serbatoio del carburante, cinque confezioni sottovuoto contenenti cocaina pura.

Ogni confezione, dal peso medio di circa 280 grammi per un totale di quasi 1,5 kg, era stata sigillata con cinque strati di cellophane sottovuoto per evitare il contatto con la benzina del serbatoio e per ingannare il fiuto del cane antidroga.

La sostanza stupefacente dalle qualità purissime, destinata probabilmente al mercato sassarese, una volta tagliata e commercializzata, avrebbe potuto fruttare oltre 400mila euro.

La Procura della Repubblica del Tribunale di Sassari ha dunque disposto l’arresto del responsabile, un cittadino italiano residente a Milano – per il reato di detenzione di sostanze stupefacenti a fine di spaccio – che è stato poi portato nella Casa Circondariale di Bancali a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

L’operazione di servizio si inquadra nell’ambito di un’attenta e approfondita analisi di rischio sulle liste passeggeri, coordinata e diretta dal Comando Provinciale di Sassari, finalizzata al monitoraggio dei punti di ingresso e di uscita portuali e aeroportuali della Provincia di Sassari, per il contrasto dei traffici illeciti di soggetti che, sfruttando il sopraggiungere della stagione turistica e il notevole incremento di passeggeri che raggiungono l’Isola, provano a sfuggire ai controlli mescolandosi agli inconsapevoli turisti.