Torres ritiro Santa Maria Coghinas
Foto: Salvatore Sechi, Pietro Carbini e Ivan Ledda / Ufficio Stampa

Sarà la nuovissima struttura sportiva di Santa Maria Coghinas ad ospitare il ritiro della Torres in programma dal 23 agosto al 5 settembre.

Questa mattina il presidente Salvatore Sechi ha incontrato il sindaco di Santa Maria Coghinas, Pietro Carbini, e il vice sindaco, Ivan Ledda, per definire l’accordo che porterà gli uomini di mister Gardini nella località scelta per la preparazione pre-campionato.

Gli atleti e lo staff alloggeranno nell’albergo Monti Ruju, location perfetta già in passato sede del ritiro rossoblù, e avranno a disposizione un nuovissimo campo in sintetico grazie ai lavori di intervento dell’amministrazione cittadina.

“Felici di poter inaugurare questa struttura con la presenza degli amici della Torres – commenta il primo cittadino Pietro Carbini – e di dare così lustro ad un’opera realizzata per offrire un servizio importante nel territorio, con uno spazio finalmente fruibile e adattato alle esigenze sportive”.

La preparazione sarà preceduta da un pre-ritiro programmato nella struttura “Walter Frau” di Ossi già annunciata per il 17 agosto.

In questa prima settimana di lavoro saranno a disposizione del tecnico insieme alla prima squadra anche numerosi atleti tesserati con la Torres, tra rientri di prestiti e ragazzi provenienti dal settore giovanile, che saranno visionati dal tecnico e dallo staff.

“Vogliamo dare a tutti la possibilità di giocarsi le proprie carte – ha dichiarato il presidente Sechi – e in questa fase sarà il tecnico a darci le indicazioni necessarie. Abbiamo tanti atleti di proprietà che hanno fatto bene in questi anni e per loro il pre-ritiro rappresenta occasione per confrontarsi con la prima squadra. Dal 23 agosto partirà il ritiro vero e proprio nella splendida struttura di Santa Maria Coghinas. Ringrazio il sindaco Carbini e il vice sindaco Ledda per averci accolto e per averci dato la possibilità di inaugurare questa struttura che diventa un importante punto di riferimento per noi, in previsione del progetto Accademia della Torres, e per tutti gli sportivi locali, ora e in futuro”.