Presidente Regione Sardegna
Foto: Christian Solinas / Ufficio Stampa

“L’apertura al traffico del lotto 5 e del lotto 6 della Sassari-Olbia restituisce l’immagine del lavoro fin qui svolto, finalizzato a garantire il diritto alla mobilità di tutti i sardi. Dotare la Sardegna di infrastrutture stradali all’altezza delle sfide future è il più importante strumento che possiamo utilizzare nella lotta all’isolamento dei territori”. Lo ha detto il presidente della Regione Christian Solinas a proposito dell’apertura al traffico dei due lotti che si estendono per circa 17 chilometri tra i comuni di Berchidda e Monti.

“Nel corso dell’ultimo anno abbiamo recepito le istanze dei territori, riunito attorno allo stesso tavolo tutti i soggetti coinvolti e trovato soluzioni e alternative ai nodi più spinosi relativi al progetto esistente – spiega l’assessore dei Lavori Pubblici Roberto Frongia -. Oggi si aggiungono due fondamentali tasselli a un’opera che riteniamo strategica per la viabilità dell’Isola – continua l’assessore Frongia -. La percorribilità dei due tratti consentirà il collegamento veloce tra i territori, accrescerà gli standard di sicurezza e apporterà innegabili benefici su fronte dello sviluppo economico dei territori e delle Comunità”.

Con i due nuovi tratti di strada diventano 8 su 10 i lotti della Sassari-Olbia aperti al traffico, ma per l’itinerario potrebbero arrivare presto altre importanti novità. L’assessore Frongia a ottobre aveva infatti chiesto ufficialmente all’amministratore di Anas Massimo Simonini l’implementazione del progetto relativo alla realizzazione del sistema di comunicazione con pannelli a messaggio variabile (già compreso all’interno del Contratto Istituzionale di Sviluppo, Cis), per arrivare a un progetto tecnologico di più ampio respiro che faccia della Statale 729 la prima smart road della Sardegna.