Questura di Sassari
Foto: Questura di Sassari / Google Immagini

Nei giorni scorsi, personale della Sezione Volanti ha tratto in arresto due sassaresi, un 50enne ed un 23enne, entrambi per resistenza, lesioni, minaccia aggravata a pubblico ufficiale e porto d’armi od oggetti atti ad offendere.

Gli operatori sono intervenuti nel quartiere del Monte Rosello, per una lite animata fra due persone. All’arrivo della volante, uno dei due soggetti coinvolti, il 23enne, brandiva una spranga minacciando il suo avversario, che era affacciato alla finestra del proprio appartamento. Grazie alla professionalità degli operatori, il giovane è stato convinto ad abbandonare l’arma per terra, ma nel frangente è arrivato anche il 50enne, che impugnava un grosso coltello da cucina, urlando e minacciando il contendente e gli agenti.

Anche in questo caso i poliziotti hanno tentato di portare il soggetto alla calma, senza avere comunque alcun risultato, infatti lo stesso si è scagliaro contro di loro ingiuriandoli e minacciandoli.

Anche il 23enne ha poi affrontato gli operatori che, con non poca fatica, e grazie ad un’altra pattuglia intervenuta in ausilio, sono riusciti ad immobilizzare entrambi e a condurli in Questura.

Al termine degli atti di rito, i due soggetti sono stati dichiarati in arresto per resistenza, lesioni, minacce aggravate a pubblico ufficiale e porto d’armi od oggetti atti ad offendere, mentre gli agenti hanno dovuto fare ricorso alle cure mediche per le lesioni riportate nelle fasi dell’intervento.