Centro intermodale Sassari
Foto: Via XXV Aprile / Google Street View

Un nuovo passo avanti è stato fatto ieri mattina nell’iter per dotare la città di Sassari di un centro intermodale passeggeri. Il sindaco Nanni Campus e il vicesindaco Gianfranco Meazza, il direttore generale Claudio Castagna e i tecnici del Comune hanno incontrato i rappresentanti della Rfi (Rete ferroviaria italiana) e di Fs – Sistemi urbani srl, società che si occupa della valorizzazione e vendita del patrimonio immobiliare da dismettere di Rfi. Insieme hanno fatto un sopralluogo nell’area di proprietà di Rfi dove sorgerà la stazione dei bus, prevista nel quadro generale degli interventi per il centro intermodale passeggeri. Sono stati eseguiti i rilievi topografici della zona, che costeggia via san Paolo, dietro la stazione ferroviaria. Si tratta di un’attività propedeutica per individuare l’esatto perimetro dell’area, operazione necessaria per la realizzazione dei conseguenti frazionamenti fondamentali per l’acquisizione.

Il progetto per il centro intermodale passeggeri di Sassari vede quattro distinte operazioni: la creazione del parcheggio di via XXV Aprile con un piazza sovrastante, per un importo di circa 6.700.000 euro; l’autostazione per il trasporto pubblico su gomma da 7.900.000 euro; un intervento massiccio sulla viabilità, con la previsione di rotatorie e sottopassi a santa Maria; la riqualificazione di via XXV Aprile, di piazza sant’Antonio e dell’incrocio di Porta Utzeri per 7.800.000 di euro e il recupero e la ristrutturazione del fabbricato ex Gazometro, potendo contare su 4.800.000 euro. Per un investimento totale di circa 28 milioni.

Già lo scorso dicembre fu stipulato il protocollo d’intesa tra la Regione Sardegna, la Rete Ferroviaria Italiana S.p.A., FS/Sistemi Urbani s.r.l. e il Comune di Sassari, per la “riqualificazione urbana e trasportistica e per la realizzazione del Centro Intermodale Passeggeri della Città di Sassari”. L’obiettivo era “definire gli accordi tra le parti per la realizzazione del centro intermodale passeggeri, riconoscendo la centralità progettuale dell’intervento, quale fondamentale opera infrastrutturale da realizzare a cura e spese del Comune di Sassari in quanto permetterà il pieno raggiungimento degli obiettivi di sviluppo del nodo trasportistico della stazione nell’ambito del sistema di mobilità sul territorio, creando un polo di attrazione dei servizi, connessi e non al viaggio, ed attuando una riqualificazione delle aree limitrofe”.

Nel progetto dell’Amministrazione comunale è prevista la realizzazione dell’autostazione di trasporto pubblico su gomma nell’area di proprietà del Gruppo FS, con adeguati collegamenti alla stazione ferroviaria e ai vari sistemi di trasporto, attraverso sottopassaggi; la creazione di un parcheggio in superficie in via XXV Aprile, in corrispondenza dell’area attualmente interessata dai lavori di bonifica, e di una piastra all’altezza di corso Vico accessibile dalla stessa via, quale estensione della passeggiata già esistente, da destinare a spazi attrezzati per la città e il quartiere nonché il recupero del fabbricato dell’ex gasometro, da destinare a servizi; sono inoltre previsti interventi puntuali sulla viabilità.