Lago di Garda

Il Lago di Garda, noto anche come Lago di Benaco, è il primo d’Italia per ampiezza ed è anche il luogo d’interesse che accoglie il maggior numero di visitatori internazionali. Si tratta di un posto magico, ricco di bellezze naturalistiche, storiche e culturali da ammirare che permette a viaggiatori solitari, coppie o famiglie di godersi appieno un’esperienza indimenticabile.

Per chi fosse interessato a visitarlo consigliamo di scoprire le bellezze del Lago di Garda grazie a NowMyPlace e di prenotare presto una delle numerose attività a cui prendere parte. Prima di preparare le valigie e partire, tuttavia, vorremmo condividere con chi ci legge una serie di interessanti curiosità che abbiamo scoperto sul Lago di Garda e che lo rendono ancora più intrigante di quanto non lo sia già.

Lazise sul Garda: il primo comune libero in Italia

Secondo le ricostruzioni storiche nei pressi del Lago di Garda sorgerebbe il primo comune libero del nostro Paese. La storia narra che questa comunità fu fondata nel 983 d.C, e che questa chiese all’allora Imperatore del Sacro Romano Impero, Ottone II, di proteggere la città attraverso fortificazioni note come “castrum”.

Peraltro la comunità, grazie a questa mossa, ottenne il diritto di transito e di pesca sulle terre dell’Impero, oltre ad una serie di autonomie politiche, civili e religiose tali da renderlo il primo vero comune libero d’Italia.

Non è un caso se le zone che circondano il lago, ancora oggi, riservano un’incredibile quantità di antiche dimore romane, roccaforti e strutture difensive ben conservate ed interamente visitabili.

Un’altra tra le curiosità che riguardano la zona del Garda sarebbe quella di godere di un primato particolare: quello di essere il maggior produttore più a Nord del Paese di una grande varietà di prodotti. Questa particolarità risale al periodo precedente della Seconda Guerra Mondiale, quando la zona era particolarmente florida rispetto alla produzione di limoni profumatissimi, ulivi e olio di eccellente qualità.

Anche al Lago di Garda ci sarebbe un mostro spaventoso

Tutti i grandi bacini d’acqua sono avvolti da fascino e mistero e, quindi, anche il Lago di Garda porta con sé una storia un tantino spaventosa. Si tratta del terrificante mostro Benacosaurus, il dio del lago che fu avvistato anche in tempi piuttosto recenti, ovvero nel 1965.

Benacosaurus Lacustris è il nome del mostro acquatico coniato da Thomas Brenner. Si tratta di una denominazione scientifica dovuta alle sue fattezze ma che per gli abitanti del posto prende il nome di Benny. Si ha notizia di avvistamenti attorno al decennio compreso tra il 2000 ed il 2013, soprattutto nella zona di Salò e San Felice oltre che nei pressi della Baia delle Sirene. Si ritiene che questo mostro abiti presso i fondali dell’isola del Garda e che protegga il lago così come faceva nell’antichità.

Il fiume da record: il più corto al mondo

Infine condividiamo una curiosità piuttosto pittoresca, per la quale nella zona del Garda scorrerebbe il fiume più corto del mondo. Si chiama Ri ma è conosciuto anche come fiume Arii e la sua lunghezza da record non arriva neanche ai duecento metri, dal momento che percorre solamente 175 metri presso il Comune di Malcesine. Si tratta di uno dei 25 immissari del Lago che scorre tranquillo in provincia di Verona anche se per un tratto considerato come il più breve al mondo.